Informativa privacy - Assi2effe

Vai ai contenuti

Menu principale:

Informativa privacy

Informazioni
Informativa conforme al modello di cui al reg. IVASS 40/2018, all. 4

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DELLA CONCLUSIONE DEL CONTRATTO.

AVVERTENZA: ai sensi della vigente normativa, il distributore ha l’obbligo di consegnare al contraente il presente documento, che contiene notizie sul distributore medesimo, su potenziali situazioni di conflitto di interessi e sugli strumenti di tutela del contraente. L’inosservanza dell’obbligo di consegna è punita con le sanzioni previste dall’art. 324 del decreto legislativo n. 209/2005 Codice delle Assicurazioni Private (“Codice”).

PARTE I – INTERMEDIARI
Sezione I - Informazioni generali sull’intermediario che entra in contatto con il contraenteon
traente
Cognome e Nome LAZZERI ERMANNO
Iscrizione nel Registro Sezione A
N. Iscrizione: A000006661
Data di iscrizione: 01 FEBBRAIO 2007
Indirizzo sede legale/operativa: CORSO DOLOMITI 8 - 38037 PREDAZZO
Telefono e Fax: 0462 - 501193
Indirizzo e-mail e sito web: info@assi2effe.it  -  assi2effesas@pec.it -  www.assi2effe.it
Qualifica: Responsabile dell’attività di intermediazione

Ragione Sociale ASSI 2 EFFE SAS di Ermanno Lazzeri & C.
Iscrizione nel registro Sezione A – Società
N. Iscrizione: A000012593
Data iscrizione: 01 FEBBRAIO 2007
Indirizzo sede legale/operativa: CORSO DOLOMITI 8 - 38037 PREDAZZO
Telefono e Fax: 0462 - 501193
Indirizzo e-mail e sito web: info@assi2effe.it  -  assi2effesas@pec.it -  www.assi2effe.it

Autorità competente alla vigilanza sull’attività svolta:
IVASS – Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo
Via del Quirinale 21 – 00187 Roma
I suddetti estremi identificativi e di iscrizione dell’intermediario possono essere verificati consultando il Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi sul sito internet www.ivass.it

Sezione II – Informazioni sull’attività svolta dall’intermediario
Imprese di assicurazione e rapporti di libera collaborazione
L’intermediario agisce in nome e per conto e distribuisce i prodotti delle seguenti imprese di assicurazione:
Allianz S.p.A. – C.so Italia, 23, 20122 Milano
Donau Versicherung AG Vienna Insurance Group –  Via Bernardo Quaranta, 45 – 20139 Milano
Global Assistance S.p.A. – P.zza Diaz, 6 – 20123 Milano
Uca Assicurazione Spese Legali e Peritali S.p.A. – P.zza San Carlo, 161 – Palazzo Villa – 10123 Torino

Pagamento dei premi
L’intermediario ha stipulato una fideiussione bancaria idonea a garantire una capacità finanziaria pari al 4 per cento dei premi incassati, con un minimo di euro 18.750.

Sezione III - Informazioni relative alle remunerazioni
Misura dei livelli provvigionali riconosciuti per i contratti di assicurazione della responsabilità civile auto (art. 9 reg. ISVAP 23/2008):ù

Impresa di assicurazione     Categoria veicolo/Tipologia contrattuale    Livello provvigionale*    
Allianz S.p.A.                        Settore I° II° IV° V° VI° VII° N4R Nautica              10%
                                            Settore III°- IV° Autocarri                                       8,5%
                                            Settore III° con franchigia –                                    9%
   IV° Autocarri con franchigia
Donau                                  Settore I° II° III° IV° V° VI° VII°                               11%

*I livelli provvigionali riguardano l’intermediario in rapporto diretto con l’impresa e sono espressi in percentuale riferita al premio assicurativo al netto di imposte e contributi al Servizio sanitario nazionale.

Sezione IV - Informazioni relative a potenziali situazioni di conflitto di interessi
L’intermediario non detiene una partecipazione diretta o indiretta pari o superiore al 10% del capitale sociale o dei diritti di voto di nessuna delle compagnie mandanti.
Nessuna impresa di assicurazione o impresa controllante di un’impresa di assicurazione detiene una partecipazione diretta o indiretta pari o superiore al 10% del capitale sociale o dei diritti di voto della società di intermediazione per la quale l’intermediario opera.
Con riguardo al contratto proposto:
Cognome e Nome: LAZZERI ERMANNO
e l’intermediario
Cognome nome/Denominazione/Ragione Sociale:
SOCIETA’ ASSI 2 EFFE SAS DI LAZZERI ERMANNO & C.
Propongono contratti in assenza di obblighi contrattuali che impongono di offrire esclusivamente i contratti di una o più imprese di assicurazione. Il contraente ha diritto di richiedere la denominazione delle imprese di assicurazione con le quali l’intermediario ha o potrebbe avere rapporto d’affari.
  • Offrono una consulenza prima della conclusione del contratto e forniscono al contraente una raccomandazioni e personalizzata, ai sensi dell’art. 119-ter, comma 3, del Codice delle assicurazioni private, contenente i motivi per cui il contratto è ritenuto più indicato a soddisfare le richieste ed esigenze del contraente medesimo.

    Sezione V - Informazioni sugli strumenti di tutela del contraente
    Contratto di assicurazione della responsabilità professionale
    L’attività di distribuzione è garantita da un contratto di assicurazione della responsabilità civile, che copre i danni arrecati ai contraenti da negligenze ed errori professionali dell’intermediario o da negligenze, errori professionali e infedeltà dei dipendenti, dei collaboratori o delle persone del cui operato l’intermediario deve rispondere a norma di legge.
    Reclami (per maggiori informazioni si consulti il reg. ISVAP 23/2008)
    Un “reclamo” è una dichiarazione di insoddisfazione in forma scritta nei confronti di un’impresa di assicurazione, di un intermediario assicurativo o di un intermediario iscritto nell’elenco annesso al RUI, relativa a un contratto o a un servizio assicurativo; non sono considerati reclami le richieste di informazioni o di chiarimenti, le richieste di risarcimento danni o di esecuzione del contratto.
    Ferma restando la possibilità di rivolgersi all’Autorità Giudiziaria,  è facoltà del contraente inoltrare reclamo per iscritto all’intermediario o alle imprese preponenti:
    Allianz S.p.A. - Pronto Allianz Servizio Clienti – C.so Italia, 23, 20122 Milano – reclami@allianz.it o tramite il link presente sul sito internet della Compagnia www.allianz.it/reclami
    Donau Versicherung AG Vienna Insurance Group – Reclami Assistenza Clienti – Via Bernardo Quaranta, 45 – 20139 Milano – reclami@donauassicurazioni.it  o tramite il link presente sul sito internet della Compagnia www.donauassicurazioni.it/contatti/reclami
    Global Assistance S.p.A. - ufficio Gestione Reclami – P.zza Diaz, 6 – 20123 Milano gestione.reclami@globalassistance.it
    Uca Assicurazione Spese Legali e Peritali S.p.A. - funzione Reclami  P.zza San Carlo, 161 – Palazzo Villa – 10123 Torino – reclami@ucaspa.com Pec: reclamiuca@legalmail.it.

    L’agente trasmette senza ritardo all’impresa di assicurazione interessata i reclami ricevuti relativi al comportamento proprio o di un dipendente o collaboratore, dandone contestuale notizia al reclamante, fermo restando che tali reclami possono essere inviati direttamente all’impresa interessata, la quale è il soggetto competente alla gestione di essi.
    Le imprese preponenti forniscono in ogni caso riscontro al reclamante entro 45 giorni dal ricevimento del reclamo.

    Il termine è sospeso per un massimo di 15 giorni per le integrazioni istruttorie volte ad acquisire dall’agente la documentazione pertinente e ogni altra informazione ritenuta utile per la gestione del reclamo, nonché a garantire il contraddittorio con l’agente medesimo.

    Gli interessati hanno facoltà di presentare direttamente all’IVASS:
    i reclami già presentati direttamente all’impresa di assicurazione o all’intermediario assicurativo, in caso di mancato o parziale accoglimento del reclamo, di assenza di riscontro entro i termini di regolamento ovvero qualora non si ritenga soddisfatto dell’esito del reclamo;
  • i reclami per la risoluzione di liti transfrontaliere (in questo caso è inoltre possibile presentare reclamo direttamente al sistema estero competente chiedendo l’attivazione della procedura FIN-NET; il sistema competente è individuabile accedendo al sito internet: http://ec.europa.eu/finance/fin-net/members_en.htm);
  • i reclami per l’accertamento dell’osservanza delle disposizioni del Codice e delle relative norme di attuazione, nonché delle disposizioni della Parte III, Titolo III, Capo I, Sezione IV bis del decreto legislativo 206/2005 (Codice del consumo) relative alla commercializzazione a distanza di servizi finanziari al consumatore, da parte delle imprese di assicurazione e di riassicurazione, degli intermediari e dei periti assicurativi.
    Tali reclami andranno indirizzati per iscritto attraverso posta ordinaria al recapito “IVASS - Servizio Tutela degli Utenti, Via del Quirinale 21, 00187 Roma” oppure tramite posta elettronica certificata all’indirizzo tutela.consumatore@pec.ivass.it
    Tali reclami dovranno essere completi di:
    nome, cognome e domicilio del reclamante, con eventuale recapito telefonico;
  • individuazione del soggetto o dei soggetti di cui si lamenta l’operato;
  • breve ed esaustiva descrizione del motivo di lamentela;
  • copia degli eventuali reclami già presentati all’impresa di assicurazione e/o all’intermediario interessati e dell’eventuale riscontro fornito dai medesimi;
  • ogni documento utile per descrivere più compiutamente le relative circostanze.
    Il modello facsimile da utilizzare per i reclami è disponibile al seguente indirizzo: https://www.ivass.it/consumatori/reclami/guida_reclami.pdf.
    Il reclamante ha la possibilità, in caso di mancato o parziale accoglimento del reclamo, di rivolgersi all’Autorità di Vigilanza, come sopra indicato, o di utilizzare sistemi alternativi di risoluzione delle controversie previsti a livello normativo o convenzionale, quali:
    - la conciliazione paritetica: in caso di controversia relativa ad un sinistro r.c. auto con risarcimento per danni a persone e/o cose fino a 15.000 euro, rivolgendosi ad una delle Associazioni dei Consumatori aderenti all’accordo con l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici (ANIA);
    - la mediazione civile disciplinata dal d. lgs. 28/2010;
    - la negoziazione assistita da uno o più avvocati ai sensi del d.l. 132/2014;
    - l’arbitrato, disciplinato dagli artt. 806 e ss. c.p.c., nel caso la competenza arbitrale sia prevista da una o più clausole del contratto di assicurazione.
    Informativa conforme al modello di cui al reg. IVASS 40/2018, all. 3

    COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

    La presente comunicazione viene messa a disposizione del pubblico nei locali dell’intermediario, anche mediante apparecchiature tecnologiche. Nel caso di offerta fuori sede o nel caso in cui la fase precontrattuale si svolga mediante tecniche di comunicazione a distanza, l’intermediario consegna/trasmette al contraente la presente comunicazione prima di far sottoscrivere una proposta o, qualora non prevista, un contratto di assicurazione.
    Ai sensi delle disposizioni del Codice delle Assicurazioni Private (“Codice”) e del Regolamento IVASS n. 40 del 2 agosto 2018 in tema di regole generali di comportamento che devono essere osservate nell’esercizio dell’attività, gli intermediari:
    a) prima della sottoscrizione della proposta di assicurazione o, qualora non prevista, del contratto: - consegnano/trasmettono al contraente copia del documento (Allegato 4 al Regolamento IVASS n. 40 del 2 agosto 2018) che contiene i dati essenziali dell’intermediario e le informazioni sulla sua attività, sulle potenziali situazioni di conflitto di interessi e sulle forme di tutela del contraente; - forniscono al contraente in forma chiara e comprensibile informazioni oggettive sul prodotto, illustrandone le caratteristiche, la durata, i costi e i limiti della copertura ed ogni altro elemento utile a consentirgli di prendere una decisione informata;

    b) sono tenuti a proporre o consigliare contratti coerenti con le richieste e le esigenze di copertura assicurativa e previdenziale del contraente o dell’assicurato; a tal fine acquisiscono dal contraente stesso ogni utile informazione;

    c) informano il contraente della circostanza che il suo rifiuto di fornire una o più delle informazioni richieste pregiudica la capacità di individuare il contratto coerente con le sue richieste ed esigenze; nel caso di volontà espressa dal contraente di acquisire comunque un contratto assicurativo ritenuto dall’intermediario non coerente, lo informano di tale circostanza, specificandone i motivi, dandone evidenza in un’apposita dichiarazione, sottoscritta dal contraente e dall’intermediario.

    d) consegnano al contraente copia della documentazione precontrattuale e contrattuale prevista dalle vigenti disposizioni, copia della polizza e di ogni altro atto o documento da esso sottoscritto;

    e) possono ricevere dal contraente, a titolo di versamento dei premi assicurativi, i seguenti mezzi di pagamento:
    1. assegni bancari, postali o circolari, muniti della clausola di non trasferibilità, intestati o girati all’impresa di assicurazione oppure all’intermediario, espressamente in tale qualità;

    2. ordini di bonifico, altri mezzi di pagamento bancario o postale, inclusi gli strumenti di pagamento elettronici, anche nella forma online, che abbiano quale beneficiario uno dei soggetti indicati al precedente punto 1;

    3. denaro contante, esclusivamente per i contratti di assicurazione contro i danni del ramo responsabilità civile auto e relative garanzie accessorie (se ed in quanto riferite allo stesso veicolo assicurato per la responsabilità civile auto), nonché per i contratti degli altri rami danni con il limite di settecentocinquanta euro annui per ciascun contratto.
     
    Torna ai contenuti | Torna al menu